PREMESSA

Il Liceo si propone di promuovere la crescita umana, culturale, professionale e sociale degli studenti.

Coloro che operano in esso, senza distinzione di opinione politica o di fede religiosa, hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero.

Il confronto delle opinioni deve avvenire secondo il metodo democratico, in una dialettica finalizzata al compito educativo proprio della scuola.

IDENTIFICAZIONE DEGLI STUDENTI

ART. 1 – All’inizio di ogni anno scolastico viene consegnato agli studenti un apposito libretto personale riportante tutte le notizie utili e sul quale verrà apposta, per gli studenti minorenni, da parte di uno dei genitori o di chi ne fa le veci, la firma di riconoscimento per la giustificazione delle assenze o dei ritardi.

COMPORTAMENTO DEGLI STUDENTI

ART. 2 – Gli studenti devono trovarsi nei locali del Liceo cinque minuti prima dell’inizio delle lezioni.

ART. 3 – Gli spostamenti collettivi per uscite, cambio di aula o di laboratorio devono avvenire in ordine e silenziosamente. Nel breve intervallo per il cambio dell’insegnante gli studenti devono serbare un contegno corretto all’interno della propria aula.

ART. 4 – Gli studenti che giungono in ritardo sono ammessi in classe (a discrezione dell’insegnante della prima ora) entro un limite di cinque minuti dall’inizio delle lezioni.

L’allievo che abbia più di cinque minuti di ritardo può essere ammesso in classe esclusivamente se munito di permesso della Direzione e deve giustificare il ritardo il giorno successivo.

Eventuali difficoltà saranno valutate singolarmente.

Il ripetersi del fenomeno può determinare l’assunzione di provvedimenti disciplinari.

ART. 5 – Le uscite anticipate saranno autorizzate esclusivamente dalla Direzione, solo se richieste per motivazioni DOCUMENTATE o DOCUMENTABILI, possibilmente con un giorno di anticipo o nella prima ora del giorno stesso.

ART. 6 – La giustificazione delle assenze deve essere compilata sull’apposito libretto e presentato in direzione all’atto del rientro a scuola.

Dopo cinque giorni di assenza per malattia per essere riammessi in classe occorre presentare un certificato medico.

In caso di assenza per motivi di famiglia, si richiede la comunicazione preventiva in Presidenza seguita dalla regolare giustificazione all’atto del rientro.

N.B.: nessun allievo è ammesso in classe (in caso di ritardo o di assenza) senza la giustificazione del genitore, controfirmata in Direzione o in caso di dimenticanza del permesso provvisorio rilasciato dalla Direzione.

ART. 7 – Alla fine dell’intervallo gli studenti devono trovarsi in aula e non prolungare arbitrariamente la durata del medesimo.

ART. 8 – In caso di assenza dei docenti che possa determinare la mancata vigilanza degli studenti, la Presidenza potrà disporre l’entrata posticipata o l’uscita anticipata alle lezioni.

ART. 9 – Gli allievi possono uscire dall’aula durante le ore di lezioni solo uno per volta a discrezione degli insegnanti.

ART. 10 – In base alle disposizioni vigenti è SEVERAMENTE VIETATO FUMARE NEI LOCALI DEL LICEO.

ART. 11 – In caso di malessere l’allievo deve presentarsi in Segreteria che, dopo gli accertamenti e gli eventuali soccorsi, avvertirà i genitori o altro parente maggiorenne il quale dovrà provvedere al suo accompagnamento a casa.

Nel caso di gravi malesseri o infortuni si provvederà a fare effettuare il ricovero in ospedale.

ART. 12 – Dopo cinque giorni di assenza, anche saltuaria, il Preside informa la famiglia. Tale informazione rientra nel quadro dei reciproci impegni e rapporti tra Liceo, studenti e famiglie.

ART. 13 – Le sanzioni disciplinari comminate verranno notificate dalla Presidenza alle famiglie, trascritte sul registro di classe e sul verbale del Consiglio di Classe.

ART. 14 – L’uscita degli allievi dall’istituto durante l’orario scolastico è consentita solo su autorizzazione della Presidenza.